Presentazione

Il Premio Letterario Giuseppe Berto

Il Premio Letterario Giuseppe Berto per un’opera prima di narrativa italiana, scritta in lingua italiana, è sorto nel 1988, su iniziativa di un gruppo di amici ed estimatori, critici illustri come Giancarlo Vigorelli, Michel David, Cesare De Michelis, scrittori come Dante Troisi e Gaetano Tumiati che tra l’altro avevano condiviso con Berto oltre due anni di prigionia in Texas durante la seconda guerra mondiale.

I promotori

Il Premio Berto è promosso dall’Associazione culturale intitolata allo scrittore moglianese, cui partecipa la figlia Antonia, con il supporto delle Regioni Calabria e Veneto, dei Comuni di Ricadi e Mogliano Veneto e il sostegno di San Marco Group, in qualità di main sponsor, da sempre pronto a supportare le arti e i giovani talenti.

Il vincitore del Premio Berto 2019

Alessio Forgione – Napoli mon amour

“Era meglio un mondo così, che rischiava di esplodere e finire in ogni istante, che un mondo come il mio, dove non accadeva nulla”. Amoresano vive a Napoli, ha trent’anni e non ha ancora trovato il suo posto nel mondo. Le sue giornate passano lente, tra la vita con i genitori, le partite del Napoli, le serate con l’amico Russo e la ricerca di un lavoro. Dopo l’ennesimo, grottesco colloquio, decide di dare fondo ai suoi risparmi e di farla finita. Un giorno, però, incontra una bellissima ragazza e se ne innamora. Questo incontro riaccende i suoi desideri e le sue speranze: vivere, essere felice, scrivere.

Vedi le edizioni precedenti

Scopri i vincitori e le opere delle edizioni precedenti del PremioLetterario  Giuseppe Berto

Approfondisci

Lo scopo del Premio

Lo scopo dell’Associazione e del Premio è ricordare e riproporre il nome e l’opera di uno scrittore che, nonostante i suoi grandi successi è stato troppo spesso trascurato dalla critica ufficiale a causa del suo straordinario anticonformismo.

Il Premio era riservato a opere prime, emergenti per assoluta originalità di forma, di schiettezza e ispirazione, per mantenere fede alla volontà di Berto che, conoscendo gli ostacoli che si oppongono alla pubblicazione di libri validi, si era sempre battuto affinché i giovani di talento non ne incontrassero troppi sulla loro strada.

Il Premio è stato gestito per 22 edizioni dal 1988 al 2010, con una pausa nel 1994, dalle amministrazioni comunali di Mogliano Veneto, dove Berto era nato, e in quello di Ricadi, in Calabria, dove aveva eletto la sua residenza e dove è sepolto e nei cui territori si svolgeva in anni alterni la cerimonia di premiazione.

Nel 2011 a fronte di difficoltà economiche e organizzative il Premio ha subito una sospensione che da temporanea è diventata definitiva. In quell’anno furono istituite due borse di studio “Giuseppe Berto” a tesi di laurea in letteratura italiana, ognuna del valore di 3.000,00 euro, assegnate a due neolaureati dei dipartimenti di italianistica delle Università di Padova per il Veneto e di Cosenza per la Calabria.

La giuria 2020

Nome e Cognome Giuria
Nome e Cognome Giuria
Nome e Cognome Giuria
Nome e Cognome Giuria
Nome e Cognome Giuria

La cinquina finalista 2020

Area download

Scarica

Scarica

Scarica

Scarica

Main sponsor

Da sempre pronto a supportare le arti e i giovani talenti.